#
ItalianoEnglish

Ricerca

Versilia & Riviera Apuana

Perché Investire Qui - Adesso

Sole, Mare, Spiagge, Natura e Sport

Questo straordinario territorio, tra il Mar Tirreno e le Alpi Apuane, conosciuto come la terra del mare e del sole, esprime al meglio l’armonia tra natura e cultura millenaria dell’uomo.

Luogo eclettico ed affascinante, offre tutto il meglio di ciò che si possa desiderare per un soggiorno perfetto.

Dal clima particolarmente mite e d'una varietà di differenti paesaggi garantisce mare blu, pace, storia, tradizione, arte, natura, divertimento e sport... uno stile di vita unico.

 

 

 

 

Location is Everything!

 5 buone ragioni

  1. investimento sicuro e garantito nel tempo
  2. Toscana: un brand di prestigio nel mondo
  3. 1 tra le destinazioni turistiche più gettonate
  4. ideale per famiglie ed Europei che vogliono ‘svernare
  5. facile gestione proprietà

tutto a ‘portata di mano’

  • spiagge, stabilimenti e porti turistici
  • golf, tennis e trekking
  • eccellenti ristoranti, centri commerciali
  • centri termali, ospedali, scuole
  • aeroporto turistico

 

Cibo Sublime, Arte, Life Style e Divertimento

Lo sviluppo intellettuale del ‘900

La nascita e lo sviluppo del turismo balneare sul finire dell' 800 disegnano un nuovo assetto alla zone che vede crescere rapidamente nuovi nuclei urbani lungo la costa, in quella che oggi ad esempio è Marina di Massa, dove ancora sono ben visibili le tracce eleganti di insediamenti alto borghesi nelle villette liberty che impreziosiscono il viale litoraneo e successivamente il massiccio insediamento di Colonie marine, sorte nel periodo fascista, alcune delle quali (la Torre Fiat e la Colonia Torino) di interesse architettonico.

La Versilia è una parte della Toscana nord-occidentale all'interno della provincia di Lucca, che prende il nome dal fiume Versilia. In epoca romana era conosciuta con il nome di Fosse Papiriane e costituiva una grande palude compresa tra Pisa e Massa e tra il mare e le Alpi Apuane. Era toccata dalla Via Emilia Scauri e successivamente attraversata dalla Via Aurelia.

Durante il medioevo era attraversata nel suo interno, lungo la direttrice Sud-Est Nord-Ovest, dalla Via Francigena.

Anche un grande personaggio letterario, il poeta Gabriele D’Annunzio, soggiornò in Versilia agli inizi del '900 nei pressi di Pietrasanta.

La spiaggia della Riviera della Versilia è rinomata da sempre in tutta Europa, per gli ampi spazi che offre con sabbia fine dorata, e lunghe aree per rilassanti passeggiate sulla costa. Per le attrezzature, gli ampi spazi, il clima gradevole e gli accessoriati stabilimenti balneari dotati dei massimi confort, questo litorale è considerato uno dei migliori d'Italia.

 

Giacomo Puccini: l’Opera

È considerato uno dei massimi operisti della storia. Nato a Lucca il 22 dicembre 1858, Giacomo fu il sesto dei nove figli. Da molte generazioni i Puccini erano maestri di cappella del Duomo di Lucca.

Nel 1891 Puccini si trasferì a Torre del Lago (ora Torre del Lago Puccini, frazione di Viareggio): ne amava il mondo rustico e lo considerava il posto ideale per coltivare la sua passione per la caccia e per le baldorie tra artisti. Di Torre del Lago il maestro fece il suo rifugio, prima in una vecchia casa affittata, poi facendosi costruire la villa che andò ad abitare nel 1900.

Il maestro la amava a tal punto, tanto da non riuscire a distaccarvisi per troppo tempo, ed affermava di essere «affetto da torrelaghìte acuta». Un amore che i suoi familiari rispetteranno anche dopo la sua morte, seppellendolo nella cappella della villa. Qui furono composte alcune delle sue opere di maggior successo.

Ricordiamo tra le Opere più famose: Manon Lescaut, la bohème, Tosca, Madama Butterfly, La fanciulla del West, Turandot.

 


Galileo Chini: la Pittura

Il grande artista Galileo Chini, nato a Firenze nel 1873, inizia a lavorare giovanissimo con lo zio Dario, che  faceva il decoratore  e restauratore di affreschi, anziché con il padre sarto.

E’ stato ceramista, decoratore, pittore, scenografo e illustratore, elaborando in maniera personale il simbolismo e il divisionismo che caratterizzano la cultura figurativa internazionale di quel periodo, ricevendo premi nazionali e internazionali durante tutta la sua attività.

Agli inizi del novecento partecipa come pittore a diverse Biennali di Venezia, nel 1909 è chiamato dalla Biennale a decorare la cupola del salone centrale del Palazzo dei Giardini con un’opera intitolata ‘L’arte attraverso i secoli’ che suscita ammirazione ed entusiasmo tra i critici dell’epoca.

Galileo Chini viene chiamato ad affrescare il Palazzo del Trono di Bangkok dal Re Rama V° che lo scopre durante una sua visita alla Biennale di Venezia. Anche il Re d’Italia acquisterà due delle sue più belle nature morte ricche di cineserie esposte alla Biennale di Venezia.

Nel 1918 comincia a collaborare con Giacomo Puccini e disegna le scene di alcune sue opere. Nello stesso periodo continua la sua attività di ceramista, realizzando assieme all’architetto Giusti il capolavoro delle Terme Berzieri a Salsomaggiore inaugurate nel 1923.

Continua la sua attività artistica soprattutto pittorica fino agli anni ‘50.

In allegato